Skip to main content.

mercoledì, 31 ottobre, 2007

GeneraliCogliendo l'occasione dell'essermi operato ad un dente del giiudizo che ho estratto giusto ieri ricomincio a scrivere...so che non si fa così, ma...faccio un pò come mi pare :P
Eravamo rimasti al mio compleanno...bè, nel frattempo ho iniziato a lavorare nelle Assicurazioni Generali con risultati inizialmente discreti, ma che migliorano costantemente...sxo in una promozione entro 6 mesi...

venerdì, 23 marzo, 2007

Auguri di che non lo so..veder gli anni passare non è poi così figo..comunque bisogna festeggiare per esserci arrivati!!!
Auguri a ME!!!

domenica, 18 marzo, 2007

E' da più di un mese che non scrivo..che cazzo..solo che non ne ho più sentito il bisogno..non è molto divertente scrivere continuamente di colloqui andati male, nulla da fare nella giornata, litigi, giochini on line e cavolate varie...questa notte però è diverso..
E' una notte strana..non riesco a dormire..seduto davanti al computer avevo dapprima pensato di dettare quando mi sono ricordato di essere a casa..di notte..alle 3..e non essere solo :P
Bè, alla fine qualcosa ho scritto comunque..un'accozzaglia di parole, è vero, ma meglio di niente..almeno sapete che il Vostro è vivo e vegeto..bè, facciamo solo vivo per ora...a presto (spero) S.

martedì, 13 febbraio, 2007

Come passa il tempo, vero? Mi sembra ieri che preparavo i primi esami all'università ed è finita..5 anni volati via..e quante cose in mezzo..
Ora mi sbatto ogni giorno per un lavoro che sembra non arrivare mai...ma poi arriverà e tra 5 anni sarò di nuovo a chiedermi dove sono finiti..com'è potuto passare così tanto tempo senza che me ne accorgessi..strana la vita..molto strana..S.

giovedì, 25 gennaio, 2007

Uno degli ostacoli più difficili da superare nel percorso verso un lavoro sono i colloqui. Le difficoltà aumentano se non impariamo niente da ognuno di essi.

Un colloquio normalmente consiste in un’esplorazione reciproca per scoprire se è possibile che le necessità dell’impresa e quelle del candidato coincidano. In alcune di queste conversazioni viene anche data l’opportunità al candidato di conoscere e comprendere i valori dell’impresa, la sua cultura o questioni relative alla sua attività.

È il momento in cui il candidato può capire se quell’impresa è realmente il posto migliore per lui. D’altro canto, anche l’azienda, da parte sua, deve preoccuparsi, durante il colloquio, dei benefici che la persona in questione può apportare e se è adatta o meno ai suoi valori e cultura. Riassumendo, se quel candidato è la persona migliore per occupare il posto in questione.

Cercare il feedback

Al termine di un colloquio, una delle questioni più importanti per la persona che aspira ad incorporarsi ad un’impresa è quella di sapere che impressione ha fatto. Ciò significa che è necessario un feedback: uno scambio di impressioni. Il modo migliore per ottenere queste impressioni “a caldo” e sapere cosa pensa il responsabile del colloquio è chiederlo.

La fase finale di un colloquio è il momento adatto per formulare qualche domanda all’addetto alla selezione, affinché possa rispondere, in modo generale, sull’impressione causata dal candidato.

Siccome non è abituale che qualcuno abbia il coraggio di fare domande di questo tipo, è un modo semplice per prendere alla sprovvista il selezionatore ed ottenere i questo modo una risposta onesta e sincera che serva a saziare la necessità di sapere che impressione si è causata al responsabile della selezione.

E non solo per questo. Può anche servire per mettere in risalto qualche aspetto proprio che si considera interessante oppure per rinforzare o chiarire qualsiasi dubbio che sia eventualmente sorto durante il colloquio.

Se non si presenta l’occasione di esporre questi chiarimenti alla fine della conversazione, un altro strumento utile per chiarire qualsiasi dubbio è una lettera scritta due o tre giorni dopo il colloquio. In essa si può ringraziare per l’attenzione ricevuta e, cosa ancor più importante, può essere utilizzata per chiarire questioni confuse delle quali il candidato sia cosciente.

Apprendere dagli errori

Un altro modo per ottenere informazioni da un selezionatore, specie se si è arrivati al colloquio attraverso contatti personali o tramite un’impresa di selezione, è chiedere a questo terzo elemento se ha ricevuto qualche tipo di feedback sul colloquio.

In questi casi, nei quali esiste una persona o un’impresa che ha relazioni con entrambe le parti, è più facile che il selezionatore preferisca commentare le sue impressioni con la persona che ha fatto da intermediario tra lui ed il candidato, prima di rivolgersi direttamente a quest’ultimo.

Se una persona è in un processo di selezione e viene scartata in un qualsiasi momento dello stesso, è importante sapere il perché. Da un lato saprà il motivo concreto della sua eliminazione dal processo e, dall’altro, cosa più importante, potrà apprendere e correggere eventuali errori, sia di fondo che di forma, per future selezioni.

I colloqui non sono una situazione facile per nessuno ed ancor meno per il candidato. Nonostante ciò, si può apprendere dagli errori e migliorare le tecniche per affrontare i colloqui con maggiore sicurezza. Per questo motivo è così importante analizzare i colloqui dopo averli realizzati.

Non si apprende solo dalle osservazioni e dai consigli che può offrire il selezionatore, ma anche, seppur più difficile, dall’autocritica: tutti sappiamo distinguere ciò che facciamo male da ciò che facciamo bene. Anche se a volte l’orgoglio ci impedisce di vedere le cose negative.

Si deve solo avere il coraggio di riconoscerle e di sforzarsi per cambiare quello che ci può danneggiare. Questo può essere di fondamentale importanza per riuscire ad ottenere un posto di lavoro.

Impariamo dai colloqui - di David Lozano, giornalista

giovedì, 21 dicembre, 2006

DE.CI.DI.
So che vi sto tormentando con questa iniziativa, ma che ci posso fare? :-P
Oggi è l'ultimo giorno per la vostra prima votazione...affrettatevi!!!

mercoledì, 20 dicembre, 2006

GE WAR
Ho trovato un nuovo (ed avvincente) videogioco on line...vi dico soltanto che si tratta di una sorta di risiko in tempo reale che utilizza Google Earth come base...fantastico!!!

martedì, 12 dicembre, 2006

L'Urlo


Non è esattamente allegro...ma davvero incredibile quello che trasmette...

lunedì, 11 dicembre, 2006

basta pellicce

Immagina un mondo senza pellicce è possibile se ci provi.

Immagina un mondo dove l'immagine è nulla dove quello che conta siamo noi

e quello che siamo noi...

Nati senza pellicce Un mondo senza pellicce è possibile.

Basta dire BASTA!


La LAV sta facendo pressione sui gruppi della grande distribuzione organizzata
che vendono capi con inserti in pelliccia, puoi aiutarci facendo sentire anche il tuo BASTA.

per firmare la petizione clicca QUI
per cercare la piazza più vicina clicca QUI

per sostenere questa campagna QUI
BANNER

venerdì, 24 novembre, 2006

banco alimentare

Sabato 25 novembre 2006, in oltre 6.000 supermercati in tutta Italia avrà luogo la decima edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare

Nella nostra miseria quotidiana,
quando il buio sembra prevalere, è un
volto amico che ci risolleva. E per un
amico, in un rapporto amoroso, siamo
capaci di dare tutto. La carità è questo
dono di sé commosso all'altro. Piccoli
gesti, come fare la spesa per un
bisognoso, sono scintille che
riaccendono il fuoco della carità verso
di sé e verso il prossimo.

Per ogni informazione è possibile rivolgersi al responsabile del Coordinamento Nazionale della Colletta, Vitaliano Bonacina, scrivendo all'indirizzo colletta@bancoalimentare.it o telefonando al numero 02/67100410
oppure cliccado sul sito www.bancoalimentare.it/

giovedì, 23 novembre, 2006

Scrittrice
Caloroso benvenuto a Cricciola che dal 24/11 contribuirà alla continuità temporale ed all'arricchimento di contenuti del blog...vai cricci!!!

mercoledì, 22 novembre, 2006

DE.CI.DI.
L'iniziativa DE.CI.DI. (democrazia diretta digitale) ha allungato i tempi di adesione al progetto, per la provincia di Genova, permettendo d'iscriversi fino al 3 dicembre 2006...siete ancora in tempo!!!
L'iniziativa è valida anche per le province di Alessandria, Ascoli Piceno, La Spezia, Lecce, Pesaro Urbino, Piacenza, Savona: info sul sito raggiungibile anche clikkando sull'immagine.

mercoledì, 15 novembre, 2006

Telecom
Ebbene sì, Tronchetti ha deciso infine di svalutare le azioni Telecom, possedute da Pirelli tramite Olimpia, che erano ancora iscritte a bilancio al prezzo irresistibile di 4 euro. Ma in tale operazione il Tronchetti compie un miracolo...le "sue" azioni Telecom non vengono svalutate a 2 euro come da prezzo di borsa (prezzo che ne rispecchia il valore per tutti gli altri azionisti), ma a 3 euro perchè le sue sono più belle!!! Ahahah
Tutto per non "pesare troppo" sulla situazione finanziaria di Pirelli che non è poi eccezionale anche se il management assicura il contrario...una svalutazione al prezzo di mercato avrebbe avuto ripercussioni drammatiche, ma del resto non si poteva continuare a far finta di nulla e mantenere a bilancio azioni Telecom a 4 euro...si è scelta la via "soft"...ed i quotidiani hanno reagito come "dovuto" pubblicizzando l'operazione senza evidenziare, in rispetto del Tronchetto, la persistente difformità tra corso del titolo e suo valore iscritto nel bilancio Pirelli.
A voi l'arduo giudizio.

mercoledì, 08 novembre, 2006

Credito Bergamasco
Oggi colloquio tragicomico in filiale al Credito Bergamasco: ore 8:30, Genova. Il Vostro si presenta puntuale all'appuntamento, lo riceve il direttore che, un pò a disagio, gli fa compilare l'ennesimo form con situazione anagrafica, familiare (ma che gli e ne frega poi), accademica, ecc.
Il direttore è un brav'uomo, un pò dispiaciuto nello spiegare che ho fatto un'alzataccia solo per compilare un paio di fogli perchè lui con l'area personale non c'entra nulla, letto il curriculum chiede:"ma lei ha due lauree?"; io:"si, 3+2..."; direttore:"ma lei ha preso 110 e lode..."; io:"esatto"; direttore:"ma a noi serve una sostituzione in cassa per una maternità...lei cosa ci fa quì?"; io:"cerco un impiego...tanto per cominciare...meglio di niente..." direttore:"mi spiace...qui in filiale non abbiamo soltanto questa esigenza..."; io:"va bene"; direttore (sempre più contrito):"ma è sicuro? ... Questo lavoro lo può fare anche un diplomato con 10 giorni di addestramento..."; io:"da qualche parte bisogna pure iniziare, no?"; direttore:"si, si, è vero...(quasi commosso) lei è un bravo ragazzo...ma io non ho il potere di metterla a fare altro...posso solo inoltrare i suoi dati..."; io:"grazie, va benissimo così"; direttore (sempre più contrito):"a posto, grazie...mi scusi ancora..."; io:"arrivederci"; direttore (con espressione desolata):"arrivederci".
8-X

lunedì, 06 novembre, 2006

Laurea

Finalmente sono giunto alla fine del mio interminabile percorso accademico ed ho avuto persino la gioia di una lode inaspettata...che si può chiedere di più?
Era un traguardo che non vedevo l'ora di raggiungere dopo quasi vent'anni di duro lavoro sui libri, ma come tutti i sogni che diventano realtà c'è qualcosa di triste nell'aver raggiunto l'obiettivo, una malinconia dovuta ad un senso di vuoto...non c'è più la certezza di un perscorso da seguire, delle tappe prefissate, dei traguardi temporali da rispettare a priori...ma alla fine è davvero bello aver finito e non dover rimpiangere nulla, non avere rimorsi per non aver fatto quei due anni di specializzazione o non aver preso il massimo...è andata come doveva andare, alla perfezione. Grazie a tutti,S.